A CONCLUSIONE (MODIFICA DATE NEWSLETTER)

Carissimi/e, l’anno ventesimo della fondazione di Assisi Pax sta per concludersi ed io penso che sia tempo di una riflessione. Una riflessione che parta da un grazie al Signore Dio per l’ispirazione e la chiamata che abbiamo ricevute: prendere parte ad una avventura umana e sociale che ha nome “Assisi Pax International”. E poi dobbiamo sentire letizia per l’amicizia che ci lega e che ci accompagna per una parte della nostra vita. Detto questo, invito me e tutti voi Soci e tutti i nostri Amici a rivivere il “perché” della nostra appartenenza ad Assisi Pax. Per molti è stata la scoperta di un modo diverso di capire e vivere il tema “Pace”; per altri è stata la gioia di rispondere all’invito di amici. Per tutti però c’è stata la comprensione di un lavoro di pace di cui questo nostro mondo ha estremo bisogno. E non solo per la pace tra gli umani, ma anche per la pace nel creato (ecologia). La nostra Associazione è nata per creare, nella società e nel cerchio di nostre conoscenze, situazioni di pace su cui far nascere concordia ed operosità. E non sono pochi i Soci nostri che si danno da fare a proposito. Se non si fosse decisi a vivere con questo scopo; se non si fosse fraternamente uniti tra noi; se non si fosse disponibili a dare gratuitamente almeno un po’ del nostro tempo agli altri, l’appartenenza o la vicinanza ad Assisi Pax sarebbe vana e non gradita. Per questo sento il bisogno di ricordare a tutti l’importanza della conoscenza del nostro progetto, in particolare facendo riferimento ai libri “Civiltà di Pace” e “Teologia semplice” che sono alla base del nostro progetto. Il ventennio futuro che si apre ne ha bisogno. Ciò detto, ricordo che nei prossimi giorni 24-25-26 novembre in Abruzzo avremo momenti importanti da vivere, come certamente già conoscete dalla precedente comunicazione. Il 24 (venerdì) avremo il Consiglio Direttivo che tratterà molto sulla operatività dei Soci e della Associazione. Il giorno 25 (sabato) avremo due momenti rilevanti in Ortona: uno culturale al palazzo Farnese e uno spirituale alla Cattedrale dove riposano le reliquie dell’Apostolo san Tommaso. Il giorno 26 (domenica) a Lanciano, incontro spirituale nella Chiesa del primo miracolo Eucaristico della storia cristiana. Due momenti per riscoprire il senso della spiritualità che dà forza nell’impegno di pace. Vi assicuro la mia e nostra preghiera per tutti voi. Altri eventi culturali e sociali completeranno gli incontri. E con questo concludo aspettando chi vorrà essere dei nostri in Abruzzo.

E Dio vi benedica.

  1. GianMaria Polidoro ofm