LA PALMA D’ORO PER IL GENERALE GRAZIANO

Il Generale Claudio Graziano riceve la Palma d’Oro per l’impegno delle Forze Armate nell’emergenza sisma.

Si è svolta il 30 ottobre 2017 alle ore 11,30, nella Sala Vittoria Alata di Palazzo Esercito la cerimonia di consegna del riconoscimento Palma d’Oro dell’associazione Assisi Pax al Generale Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore della Difesa.

Il riconoscimento è stato tributato per quanto fatto dalle Forze Armante nelle regioni del centro Italia colpite dal sisma con la seguente motivazione: “Noi ci siamo sempre. Garanti dei principi costituzionali, i militari delle Forze Armate assolvono con alto senso di responsabilità ed amor di patria, i compiti istituzionali di mantenimento della pace in teatri internazionali, di concorso alla sicurezza e di soccorso alle popolazioni colpite da calamita naturali. Impiegati in territorio italiano per un recente disastroso sisma, pur operando in condizioni estreme, hanno contributo in modo determinante alla risoluzione di gravi disagi, grazie alla professionalità delle loro specialità, riscuotendo simpatia ed ammirazione a livello nazionale ed internazionale e confermandosi portatori di Pace e serenità in patria”.

Il Generale Claudio Graziano, nel ringraziare il Presidente onorario dell’associazione, Padre GianMaria Polidoro, ha sottolineato come sia “un onore ritirare un riconoscimento ottenuto delle Forze Armate di cui ho il privilegio di essere Capo” e ha aggiunto “ritengo importante ricordare l’impegno costante della Difesa a favore della pace e della sicurezza in Patria ed all’estero. E’ai soldati, marinai, avieri, carabinieri che hanno operato in modo incessante durante la fase emergenziale del sisma che va il mio più sentito ringraziamento sia come Comandante sia come cittadino italiano”.

La Palma d’Oro di Assisi Pax è un riconoscimento da parte dell’associazione Assisi Pax per quanti si impegnano nel lavoro di pace. Il riferimento alla “Palma” è dovuto ad un evento ormai famoso nella storia del cammino di pace nel mondo. Il 27 ottobre 1986 San Giovanni Paolo II convocò in Assisi i Rappresentanti delle varie religioni mondiali per pregare e per attuare un cammino di pace nel mondo. Il frutto di tale incontro fu chiamato “Spirito di Assisi” che, nella interpretazione del fondatore di Assisi Pax GianMaria Polidoro, ha come significato fondamentale il fatto che la spiritualità (terreno comune delle varie religioni) è motore principale della storia nel mondo. Al termine dell’incontro il Papa fece dono ad ogni Rappresentante di una piccola pianta di ulivo in vaso, simbolo di pace che cresce.

“RICORDO DEL CONSIGLIERE COSIMO DE TOMMASO”

Mi ha gradevolmente colpito la calda accoglienza che il Generale Graziano ci ha riservato, ospitandoci nelle fastose sale della sua sede, alla presenza delle altre forze dello Stato Maggiore, oltre che di un nutrito stuolo di militari di ogni ordine e grado, compitamente sistemati nell’ampio salone. La premiazione ha assunto i connotati di una cerimonia quasi marziale, ufficiale e comunque di altissimo profilo. Tutto ciò mi induce a ritenere che Assisi Pax International è stata effettivamente ritenuta una più che valida interlocutrice, da ricevere ed accogliere nella maniera più adeguata e con tutte le formalità del caso.

Inoltre sono rimasto piacevolmente colpito anche dall’apertura sotto il profilo umano del Generale Graziano, che si è soffermato a condividere con noi alcune delle più importanti azioni compiute nelle sue missioni di pace in Libano, in Mozambico e in Afghanistan.

Infine, ritengo che sia molto importante far conoscere ai soci di Assisi Pax e alla gente la valenza di giornate come quella di oggi, affinché sia chiaramente ravvisabile e comprensibile a tutti qual è il ruolo che hanno le ns forze militari nella costruzioni di percorsi di pace, anche per chiarire ancora una volta che la pace sociale e con il creato che la ns associazione persegue non è solo e banalmente una mera assenza di guerra, come noi tutti ripetiamo spesso.

Della delegazione di Assisi Pax facevano parte il presidente Gerardo Navazio; il presidente onlus Gen. Pietro Matarese; Padre Gianmaria Polidoro; il consigliere ammiraglio sq. Rinaldo Veri; il consigliere Cosimo De Tommaso. All’incontro erano presenti i generali delle forze armate dello stato maggiore della difesa.