RISARCIMENTO

Si è aperta una discussione sul seguente concetto: per diminuire la delinquenza sarebbe opportuno introdurre in maniera forte ed assoluta, il principio del RISARCIMENTO. Cioè, prima di ogni pena per i reati, esigere il risarcimento assoluto per i danni apportati in modo che nessuno possa godere mai in vita dei beni eventualmente rubati o danneggiati.Ciò permetterebbe l'abbassamento o la cancellazione del carcere che è pena non accettabile e costosa umanamente ed economicamente quando non c'è necessità di proteggere gli innocenti.

Nella nostra attuale legislazione, nel suo spirito, sembra esistere solo l'attenzione a chi delinque mentre la vittima sembra non avere alcun diritto. E' come dire: sei stato colpito, ora leccati le ferite, mentre sembra esserci tutta una attenzione a chi delinque, anche nella protezione.

Risarcimento pertanto vuol dire capovolgere l'attenzione e rendere garanzia alla vittima prima che al delinquente.

Si chiedono pareri di esperti in diritto ed una eventuale mobilitazione da parte di tutti, ma particolarmente da parte di giuristi chiamati a far gruppo.

Attendiamo risposte, considerazioni e disponibilità.