SIAMO CONTRO LA CONDANNA A MORTE DI TAREQ AZIZ

Nel febbraio 2003, sollecitato da Padre Benjamin e da Padre GianMaria (che giorni prima avevano rotto l’embargo atterrando in Iraq con un aereo partito da Parigi) l’allora vice-Presidente Tareq Aziz venne in Assisi in attesa di poterlo fare incontrare con il Papa, come ultimo tentativo di evitare la guerra. Accolto alla Porziuncola da Padre GianMaria manifestò la propria devozione e commozione in particolare nella Cappella della Porziuncola: “Padre, mia moglie sarebbe stata felice di poter venire qui alla Porziuncola, ma ora non è stato possibile” confessò al Padre Polidoro. La nostra Associazione nel tempo, unitamente al Padre Benjamin, si è molto preoccupata anche per la difesa di Tareq Aziz, dopo la sua prigionia(il nostro socio Remo Di Martino è uno degli avvocati che dall’estero si occupano della sua difesa). Ora preghiamo il Signore per lui e manifestiamo la nostra contrarietà alla pena di morte.