KIRIE ELEISON – Signore pietà

Carissimi/e, oggi festa delle mamme. Auguri a tutte le mamme. Una preghiera per le mamme che sono in cielo. Oggi è anche giornata in cui la Chiesa riflette e prega per le vocazioni religiose, e noi aggiungiamo la vocazione di ognuno di noi. Ogni vita è da riscoprire come vocazione pensata da Dio e come vocazione per le scelte nostre personali quale può essere anche la scelta di appartenere ad Assisi Pax. Ogni scelta, ricordiamolo, per essere vera, è frutto di una sensibilità. Ed ogni sensibilità, ricordiamolo, è impegno di vita e non un distintivo da mostrare sul risvolto della giacca. Ed allora? Signore pietà per quanto abbiamo capito, ma non attuato nelle nostre scelte di vita, come accade ogni volta che parliamo senza operare … ma non dimentichiamo anche di ringraziare il Signore per le tante volte che agiamo secondo lo spirito di Assisi Pax cui abbiamo aderito. E penso, in questo momento, alle mie mancanze. Non dimentico tuttavia quanto di bene ognuno di noi compie lungo le proprie giornate. Penso adesso con simpatia al piccolo nostro gruppo radunato a Trani per incontrarsi e discutere di argomenti giuridici a ciò sollecitati da Gina. Bravi, bene! Come bravi e bene ripeto al piccolo gruppo ieri l’altro adunato ad Asti. Una vera vita associativa si svolge bene quando è arricchita dalla operosità dei singoli o dei piccoli gruppi che pensano e parlano e sognano. Ed il mio e nostro sogno ora non può dimenticare la grave crisi che si sta vivendo nella nostra Europa. Guerra! parola tragica che credevamo aver dimenticata. Cosa fare? Come fare? Cosa dire noi di Assisi Pax? Vi chiedo, prima di tutto, di pensare pacificamente sempre, di parlare pacificamente sempre, di operare sempre con finalità di Pace. Anche ed in modo particolare chiedo ancora di pregare ed operare per la Pace nel mondo. Molti mi chiedono cosa io faccia per la Pace; ed io correggo ricordando che la Pace la si costruisce col pensare, con il parlare, con l’agire sempre pacificamente come ci ha insegnato Gesù Cristo e ci ha ripetuto san Francesco. Ma in particolare con la nostra preghiera, quella che ci fa incontrare Dio nel silenzio del cuore e nell’amore per ogni altro/a e per ogni realtà da Dio creata. Papa Francesco, oggi, sulle tracce del testo liturgico della Apocalisse, ci ha ricordato che Dio è amore. Se sapremo ascoltare le parole di Cristo e metterle in pratica, se sapremo amare, avremo Pace.

Vi benedico di cuore.

Fr. GianMaria Polidoro ofm